AAA CERCASI IDEE: perchè perdiamo la creatività?

Condividi:

Ecco ci risiamo.
Lavoro super importante, super urgente, con un super cliente e davanti a te… il buio totale!!
Ispirazione sotto zero. Sembra impossibile creare qualsiasi cosa, figuriamoci l’idea convincente che deve vincere!
Specialmente nei momenti di stress lavorativo e personale è facile che il designer possa attraversare giorni di scarsa creatività e perché no, di poca motivazione, dove piuttosto che creare si produce un’infinità di lavori non sempre meditati e ragionati come si vorrebbe.
Non ci spaventiamo. Siamo sempre noi, il nostro cervello è sempre al suo posto, ben ancorato e predisposto per funzionare come al solito. Ha forse solo bisogno di decomprimere l’accumulo di stimoli che lo hanno subbugliato un pò! Ma arriviamo al dunque…..perché perdiamo la creatività?

Lo abbiamo già detto: siamo stressati! Troppe cose da fare, troppe mail a cui rispondere, il cliente, la famiglia, la call, la spesa. E poi vogliamo sempre sempre essere all’altezza delle situazioni e dimostrare agli altri quanto siamo bravi, brillanti, mai stanchi, convincenti. Insomma, le dinamiche sociali ci condizionano troppo. Partiamo da presupposto che quando lavoriamo la nostra attenzione dovrebbe essere al 100% sull’oggetto, sul contenuto e sull’obiettivo che ci permette di arrivare al risultato finale. Invece nei periodi di scarsa creatività succede molto spesso che l’occhio di bue all’interno del nostro cervello sia proiettato su quello che penseranno gli altri del nostro lavoro. Situazioni mentali che creiamo noi stessi. In sostanza la ricerca ossessiva del “risultato fenomenale”, il “miglior risultato”, a volte è controproducente, perché ci distrae dal contenuto.

Quindi come possiamo rigenerare il nostro cervello e trovare nuove idee?

Le risposte sono semplicissime ma non banali!

Consiglio num.1 – PREMERE PAUSA

Nei momenti di scarsa creatività non serve a nulla accanirsi e inseguire per forza la soluzione vincente, è invece importantissimo fare un passo indietro e fermarsi, magari cambiando aria, uscendo fisicamente dalla stanza, staccando gli occhi da quel foglio o da quel monitor..e perché no, facendo proprio dell’altro. Stiamo perdendo tempo? Assolutamente no… in realtà stiamo già cominciando a ricaricarci di CREATIVITA’.

Consiglio num. 2  – Ora che abbiamo ristabilito il punto zero….FACCIAMO LA LISTA

Prendiamo un foglio molto grande e buttiamo nero su bianco gli elementi che ci servono per realizzare il nostro progetto creativo. Proviamo a dare loro una gerarchia, creiamo delle connessioni, troviamo sinergie, esplodiamo i singoli concetti. Facciamo brainstorming. Alla fine la nostra semplice lista sarà diventata il nuovo piano d’azione. Adesso la montagna di prima forse è solo un piacevole percorso alberato, in collina. L’ansia sta pian piano diminuendo…

Consiglio num. 3  – FACCIAMO I FATTI

Iniziamo semplicemente a lavorare… le idee adesso sono più chiare e il risultato sarà sempre più soddisfacente… senza meditare troppo sui massimi sistemi della vita, linee, forme e colori si definiranno in modo naturale.

Consiglio num. 4 – CHIUDERE TUTTO

Anche se non siamo ancora arrivati al dunque, spegniamo il pc. Per oggi abbiamo già fatto molto, le idee appena nate hanno bisogno di sedimentarsi nella nostra mente.
Domani riapriremo il progetto e lo guarderemo con occhi ancora diversi… e poi si ricomincia!

creatività, design

SEGUICI

Logo Spal

BRAIN SRL

Piazza della Repubblica 10
44121 - Ferrara (FE)

© Brain Agency | Tutti i diritti riservati | P.IVA 02014760389